Cosa c'è nella borsa di una mamma.

Categoria: Blog Creato: Sabato, 20 Gennaio 2018 Scritto da Arianna Mariani Stampa Email

Ho sempre odiato le borse.

Da ragazza uscivo mettendo in tasca un documento, diecimila lire e una tessera telefonica, la chiave di casa.

Poi sono arrivati i cellulari e hanno un pochino complicato le cose.

Se  non avevo le tasche, uscivo con borse microscopiche, inesistenti.

Preistoria.

Perché poi diventi mamma, e di borse ne hai 2.

 

 

Una per il cambio, pannolini, ciuccio, salviette, e la tua, dove spesso puoi trovare l'ignoto.

A volte temi che qualche forma di vita nuova possa nascondersi lì, in fondo alla tua borsa, tra un gioco di tuo figlio dimenticato e le briciole dei cracker della stagione passata.

Io non sono una madre ansiosa, ma la mia borsa è andata di anno in anno lievitando, un po' perché i figli ora sono due, un po' perché mi sono rassegnata a portare tutto quello che serve e a rinunciare per ora alle mie belle borse piccole.

Cosa c'è nella borsa di una mamma?

Ecco cosa c'è nella mia - e comunque dimentico sempre qualcosa :

  •  Salviettine umidificate: non servono solo a pulire sederini, ma anche manine piene di cioccolata (o di polvere), faccine (e magliette) piene di gelato, piccole ferite da parco. Ora che ho preso l'abitudine non riuscirei a farne a meno, anche per mio uso personale.
  • Acqua, succhi, bibite per bambini: nella fattispecie la Frutta Frullata HiPP con la sua pratica confezione da spremere e la Frutta Splash sempre HiPP, perfetta per garantire la giusta idratazione con il massimo del divertimento, quando siamo in giro. (ecco perché la borse pesano tantissimo).
  • cerotti: i cerotti HiPP servono a curare piccole ferite inesistenti (e le vesciche della mamma causa scarpe nuove!!)
  • crema solare, burro di cacao e una crema freddo e vento HiPP: ho uno stick protezione solare sempre in borsa,  perché i miei figli sono chiarissimi e si scottano anche nelle belle giornate di marzo. Ma anche in inverno serve un aiuto: chi ha la pelle sensibile si irrita facilmente sia con il sole che con il freddo! 

  • fazzoletti di carta: non due in tasca come nei tempi della gioventù, ma due pacchetti!
  • taccuino e penne colorate: sono fenomenali per intrattenere i bambini durante le file e dalla pediatra! 
  • snack vari: frutta frullata bio, crackers, gallette.

 

Come sapete per i miei figli scelgo preferibilmente prodotti BIO. I miei bambini amano la linea HiPP, azienda di cui vi avevo già parlato nel post Ricetta Tiramisù per bambini .La HiPP è un'azienda a conduzione familiare, pioniera del biologico da oltre 50 anni. Georg Hipp iniziò nel 1956 a coltivare frutta e verdura su terreni naturali, non contaminati da sostanze chimiche.

Convinto dell'idea del dottore svizzero Hans Müller, il fondatore dell'agricoltura bio-organica, il suo obiettivo consisteva nella produzione di alimenti per bambini di origine biologica, che fossero sani e gustosi.L'azienda ha un vasto assortimento a partire dagli alimenti in barattolo, le farine per lo svezzamento, le pastine, fino ad arrivare a snack gustosi come le gallette di riso e infusi di frutta per i più grandicelli, e una bellissima linea baby care per la cura del nostro bambino, dai prodotti per il bagnetto alla crema idratante.

 

#HiPPBiologico #1meseconHiPP #ad 

Buzzoole

 

Potrebbero interessarti anche