Micosi dell’unghia nei bambini: come riconoscerla e come curarla

 

I bambini sono spesso maggiormente esposti alle infezioni. Il motivo lo si trova nel fatto che il loro sistema immunitario non è ancora completamente formato: dunque non è in grado di opporre una barriera ai virus e ai batteri che sia funzionale al 100%. In caso di esposizione, dunque, nei bimbi le percentuali di contrarre una malattia aumentano.

 

 

Questo succede anche con le infezioni fungine come la micosi: una malattia dell’unghia e della pelle, particolarmente diffusa anche presso gli adulti. Per capire come combatterla e come prevenirla, bisogna che i genitori si informino compiutamente sulle caratteristiche di questa patologia. Oggi cercheremo infatti di capire come riconoscere l’onicomicosi nei bimbi, come curarla e come prevenirla.

 

Onicomicosi nei bambini: cos’è e quali sono i sintomi?

 

È di importanza fondamentale imparare a riconoscere i sintomi dell’onicomicosi: questo perché spesso sono molto simili ad altre malattie come la psoriasi ungueale. Intanto, è bene chiarire che la micosi è una malattia infettiva dovuta al contagio di funghi come i miceti. Questi parassiti si innestano sul tessuto ungueale portandolo ad una progressiva degradazione: nei casi più gravi, l’unghia può essere compromessa per sempre e cadere. Quali sono i sintomi di quest’infezione? L’unghia malata si presenta di colore giallo-marrone e più spessa, tende inoltre a deformarsi, e il bordo a sollevarsi in modo inconsulto. Anche lo sfaldamento della lamina è una condizione che spesso si manifesta in presenza di micosi dell’unghia.

 

Come curare la micosi delle unghie?

 

La cura dipende sempre dalla tipologia o famiglia di fungo che ha infettato l’unghia. Per questo è fondamentale iniziare da un’analisi del tessuto ungueale effettuata da un dermatologo. Trovato il ceppo, sarà lui a prescrivere una terapia per combattere l’onicomicosi. A differenza degli adulti, però, spesso si opta per trattamenti meno invasivi, come ad esempio l’uso di smalti e lozioni anti-micotiche da applicare direttamente sull’unghia malata. Ma sempre e solo sotto consiglio del medico. In genere si interviene anche rinforzando le difese immunitarie tramite rimedi alimentari: in tal caso la pappa reale è una soluzione spesso caldeggiata.

 

Micosi ungueale: cause e prevenzione

 

La micosi ungueale è un’infezione spesso favorita dall’umidità della pelle, o comunque dalla frequentazione di luoghi particolarmente umidi. Le scarpe chiuse sono spesso le prime responsabili della micosi alle unghie dei piedi, ad esempio. Avvenendo per contatto fisico, esistono delle precauzioni che possono essere prese per prevenire il contagio. L’uso delle infradito in piscina e negli spogliatoi, per esempio, è un metodo davvero efficace per ridurre i rischi. Ma l’onicomicosi può anche essere prevenuta scegliendo le giuste scarpe per il bambino: delle calzature traspiranti, ad esempio, evitano di generare umidità all’interno e dunque di favorire la micosi creando un luogo perfetto per la proliferazione di funghi quali i già citati miceti.

 

 

 

StampaEmail

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna