Come fare la lista della spesa… senza fare la lista della spesa.

Per tanti anni ho cercato di organizzarmi al meglio per la spesa, in modo da fare una lista della spesa efficiente, non avere dimenticanze, e non avere però neanche cibi da buttare tutte le settimane. Puntualmente le mie liste della spesa restavano sul tavolo… Ora che i bambini sono un po’ cresciuti, ho più tempo per organizzare le mie idee e cercare di fare le cose al meglio. Quando si hanno bambini piccoli, spesso ci perdiamo dietro alle mille cose da fare, siamo sempre in affanno, e dovete sapere che è più che normale. Non sentitevi frustrati.

Organizzate la dispensa e il frigo.

Comunque, io mi sono trovata bene ad un certo punto quando ho organizzato al meglio la dispensa (e a dirla tutta, anche il frigo). Con un colpo d’occhio, riesco a capire cosa manca in casa.

Il segreto è un po’ quello di mettere le cose in modo che si vedano e che siano ben impilate. Si può fare anche se la casa non è grande.

In frigo, dividete gli alimenti (frutta e verdure, formaggi e affettati, yogurt e salse, scatole con rimanenze) e posizionate le cose sempre nello stesso posto.

Quali sono i cibi che consumo di più e non posso proprio farne a meno?

Il secondo punto è quello di capire quali sono i cibi che volete avere sempre in casa, e che consumate tutte le settimane, in modo da sapere in automatico che dovrete ricomprarli. Ognuno ha i suoi. Io per esempio so che devo comprare1 kg di farina tutte le settimane, o il tonno. Quindi gli ingredienti sono divisi in: quelli che vanno acquistati tutte le settimane, quelli da verificare, cibi che ho desiderio di mangiare questa settimana.

Non è difficile, ma ognuno ha i suoi gusti. Vi faccio un esempio sintetico di cosa acquisto in modalità routine: 1 kg di farina a settimana, lievito di birra, 1 litro di passata di pomodoro, legumi a scelta, tonno, latte, yogurt, mele e banane, patate, piselli, insalata, carote, cipolla, sedano. Ovviamente so che mi servono 3 pasti di carne, 2 di pesce, uova e formaggi.

La spesa delle cose che mancano in dispensa la faccio una volta al mese. Controllo tutto: carta igienica, scottex, saponi, farina, zucchero, ecc ecc. Se è necessario, ovviamente, posso scrivere quello che manca, ma ho notato che gestendo la spesa così mi ricordo bene quello che è quasi finito. Il segreto, è anche quello di acquistare prima di rimanere senza. Non dovete avere la necessità di comprare un alimento o un sapone perchè non ne avete più, dovete avere una dispensa a prova di dimenticanze. E ripeto, si può fare anche in una casa piccola, facendo, chiaramente, una selezione più ristretta.

Non esagerate con gli acquisti.

A volte ci facciamo prendere la mano. Fate una statistica, a posteriori. Quanta frutta mi è rimasta? Quanta verdura?

Per esempio all’inizio io prendevo troppa frutta e mi durava per troppo tempo. Ora so che di base, almeno nelle stagioni fredde, ho bisogno di mele, banane, e un terzo tipo di frutta. Se, per esempio, mi andassero arance, uva e mandarini, so già che dovrei scegliere per evitare sprechi. Stessa cosa per le verdure fresche.

Per la carne, è diverso. Si può sempre congelare. Ma anche lì, so che ne devo prendere 3 tipi diversi, a giro. A volte ne prendo 4 proprio per avere riserva di carne da mettere in congelatore. Le riserve alimentari, tuttavia, sono un’altra cosa che mi riservo di fare una volta al mese, quando faccio la spesa grande.

Spero che i consigli vi siano stati utili, se volete posso scrivervi la mia lista e la modificate come volete! Ci sentiamo prossimamente con l’organizzazione del frigo!

Arianna Mariani

Mamma di Elena e Tommaso, nerd ma non troppo, scrivo per passione. Nella vita sono un informatico freelance. Puoi trovarmi anche su www.pillolediweb.it

Articoli consigliati