Follow:
Blog

Nonna, giochiamo al telefono senza fili?

Test dell'udito Amplifon

Test dell'udito Amplifon

“Nonna, giochiamo al telefono senza fili?” dice Elena a mia madre.

“Il telefono senza fili? E come si fa?”

“Allora, ci sono tante persone… però noi siamo 3… e mamma non gioca… allora diciamo che siamo io e te. Io dico una cosa a te, nell’orecchio. Poi tu la dici a voce alta, e vediamo se hai capito! Allora…” ed Elena si avvicina all’orecchio della nonna. Mentre affetto pane e condisco il pesce che presto finirà nel forno, la sento sillabare: ”Tor..ta!” E mia madre: ”Posta!”

 

“Nonna, ma che posta! Io non so neanche quasi cosa è, la posta! Torta, TOR-TA!”. Sghignazziamo tutte, ora.

Ora Elena sillaba un’altra parola, ma mia madre capisce male anche questa. E quando vedo che ne capisce male 4 su 10 mi viene il dubbio. Perché è vero che Elena è piccola (è un fatto accaduto circa 2 anni fa), ma parla davvero molto bene.

“Mamma, sei sicura di sentirci come si deve?” – le chiedo – “non è il caso di fare un controllo dell’udito?” Riflettendoci,  ultimamente usa un tono della voce un po’ troppo elevato. Riflettendoci, tiene anche il volume della TV troppo alto.

Si sofferma a pensare, è titubante. “Dici? Pensi che sia il caso?”

“Direi di sì, mamma. Passi tantissimo tempo con Elena, con i tuoi nipoti, è il caso che tu ci senta, per motivi di sicurezza, per giocare con loro con serenità. E poi anche per te, scusa, sei giovane. Se c’è un problema meglio saperlo subito, capire se si può risolvere, nel bene e nel male.”

E così, 2 anni fa, siamo andate da Amplifon.  La visita è stata piacevole, il personale molto gentile.

 Alla fine mia madre non aveva un vero calo dell’udito, ma un’altra problematica risolta in modo molto semplice.

 

E’ stato rassicurante per me sapere che stava bene, perché alla fine la mamma è sempre la mamma, e ogni segnale che sta invecchiando un po’ di ansia, almeno a me, la mette sempre. Ed è anche bello, ogni tanto, potersi prendere cura noi di loro, loro che per anni ci sono state accanto, e che continuano, e che corrono ad ogni SOS, e che sono il nostro punto fermo. A volte penso che senza di lei mi sentirei persa. Poi quando ce l’ho in casa per più di 3 giorni non è proprio piacevole, ma tant’è. So che passerà, nonostante i contrasti e le scaramucce lei per me ci sarà sempre.

Comunque, se notate in qualcuno dei vostri cari qualcuno di questi segnali vi consiglio di prenotare una visita gratuita presso il centro Amplifon della vostra città, utilizzando il modulo online o  telefonando al numero 800 046 385.

 

 

{fastsocialshare}

Share:
Previous Post Next Post

You may also like