Follow:
Blog, Viaggi

Gite sorprendenti: insoliti posti da visitare coi bambini-Parco Sculture del Chianti

Parco Sculture del Chianti

Noi genitori ci chiediano spesso dove portare i bambini per passare un pò di tempo insieme a loro, e capita, per pigrizia o per mancanza di informazioni, che scegliamo sempre i “soliti posti”: parchi divertimento, fattorie didattiche o, più semplicemente, i gonfiabili.
Ma, senza nulla togliere a queste esperienze (amatissime da tutti i bambini), è bello sapere che nel nostro paese ci sono anche tantissimi luoghi, meno noti, che vale davvero la pena di scoprire insieme a loro: musei “strani”, monumenti che sembrano di un altro pianeta, parchi incredibilmente “creativi”, giardini straordinari, e tanti altri insoliti posti la cui unica definizione è sorprendenti (e non solo per i più piccoli!).
Cominciamo allora un viaggio attraverso l’Italia, alla scoperta di quelle che potrebbero essere le prossime mete per una gita o una vacanza a misura di famiglia, in luoghi decisamente non comuni.

IL PARCO SCULTURE DEL CHIANTI

Gite sorprendenti-Parco del Chianti-Chianti-Sculpture Park-ingresso

 

Poco lontano da Siena, sulle colline del Chianti, in un grande bosco di lecci, castagni e querce, nel 2004, è nato un giardino incantato che sorprende ad ogni passo: il Parco Sculture del Chianti, una mostra permanente di installazioni e sculture contemporanee, immerse (e quasi mimetizzate) tra alberi e prati. Creato dai coniugi Giadrossi, entrambi appassionati d’arte, che, per arricchire loro giardino e renderlo un luogo “speciale”, hanno  contatto artisti di tutti e cinque i continenti, invitandoli a visitare il bosco, per progettare e creare opere che avrebbero dovuto armonizzarsi con i colori, la luce, le forme e gli alberi del bosco.

Sculpture Park- Opera di Federica-Marangoni

Infatti, quello che davvero sorprende del Parco Sculture del Chianti è proprio l’integrazione tra Arte e Natura, che qui vivono insieme, praticamente una dentro l’altra, in una giostra di strane e bellissime “costruzioni”. E’ un’esperienza incredibile passeggiare tra i sentieri del bosco e imbattersi, all’improvviso, in sculture di marmo che sembrano tronchi caduti, o in un albero di cipresso costituito di sottili strati di vetro che scintillano alla luce del sole, le doghe di una nave di pietra, le buffe mucche multicolori o un arcobaleno solido tra i cespugli…Qui, noi grandi rimaniamo a bocca aperta, ma i bambini vivono un incanto quasi magico e si divertono tantissimo: non solo “guardando” le opere da tutti i lati, ma passeggiandoci sopra, e anche dentro (il labirinto di vetro è una delle loro opere preferite) e saltando letteralmente di gioia quando ne scoprono i segreti (come i cubi che al passaggio dei visitatori emettono una colonna sonora).

E nel parco, nei mesi estivi, si tengono anche numerosi concerti nell’anfiteatro nel bosco (dall’ottima acustica), che ovviamente è anch’esso un’opera d’arte: infatti gradoni e palcoscenico sono rivestiti di lastre di lava, le quinte sono in granito nero dello Zimbabwe e marmo bianco di Carrara, e tra gli spalti, accanto ai visitatori, ad assistere agli spettacoli, siedono anche sculture-spettatori.

Gite sorprendenti-Parco del Chianti-Chianti-Sculpture Park- bambini e opere

Dedicare una mattinata o un pomeriggio alla visita di questo Parco, non solo regala una bella passeggiata all’aria aperta nel bosco, ma avvicina i bambini all’arte contemporanea, mostrando loro diversi materiali e le moltissime forme della Bellezza, grazie alla “giocabilità” delle opere e al loro connubio, incredibilmente armonioso, con la natura.

Informazioni pratiche per la visita al Parco Sculture del Chianti:

Il Parco si trova in località La Fornace, vicino Pievasciata (Siena) ed è aperto tutto l’anno, dalla ore 10 in poi (la chiusura è generalmente prima del tramonto, e varia a seconda della stagione). I sentieri del bosco sono percorribili tranquillamente col passeggino (e con le sedie a rotelle: c’è una pendenza massima del 20%).
Per chi preferisce essere “accompagnato”alla scoperta di ogni opera (e soprattutto per chi ha bambini sopra i 4 anni), consigliamo l’app “ChiantiPark” (gratuita su AppleStore o Google Play) o la prenotazione della visita guidata (info@chiantisculpturepark.it). I cani sono ammessi ma al guinzaglio.

Biglietti d’ingresso:
Parco: Adulti 10€; Bambini 5€ (0-16 anni);
Concerto: Adulti 10€; Bambini 7,50€ (0-16 anni);
Parco + Concerto: Adulti 15€; Bambini 10€ (0-16 anni)

B.A.C- Gli struzzi Metropolitani- Opera di Yu Zhaoyang

Informazioni aggiuntive:
Per una visita completa a quelle che possiamo definire le “bellezze moderne” del Chianti, non perdetevi, nelle immediate vicinanze, Pievasciata e il B.A.C.(Borgo d’Arte Contemporanea): a due passi dal Parco, nella piccola cittadina, ci sono altre dieci opere di arte contemporanea per la cui installazione furono coinvolte famiglie e istituzioni locali, per la valorizzazione del territorio.
Ulteriori info e suggerimenti su dove dormire in zona con i bambini le trovate sul sito AroundFamily.

Share:
Previous Post Next Post

You may also like