Follow:
Casa

Vivere biologico: intervista ad una mamma bio

Mangiare biologico

Mangiare biologico

Oggi parliamo di biologico, e lo facciamo con una vera esperta: Veronica del portale VeroBiologico.

 

Ciao Veronica, ci racconti qualcosa di te?

Sono una mamma di uno splendido 6enne e vivo in Emilia. Lʼidea di creare questo spazio nasce proprio dallʼesigenza di condividere informazioni ed esperienze maturate nel mio percorso personale, professionale e culturale di donna ma anche di madre. Mi sono laureata in Scienze Diplomatiche e Sociologia presso lʼUniversità di Bologna e dopo un lungo percorso professionale nellʼambito della comunicazione e tanti viaggi, mi sono fermata a riflettere per capire cosa potevo fare per mio figlio e non solo.

 

Quando ti sei avvicinata al biologico?

Ho sempre scelto ingredienti sani e genuini per la mia alimentazione ma quando è nato mio figlio ho deciso di fare scelte consapevoli per lui. Ho approfondito le tematiche legate allʼagricoltura biologica grazie ad importante corso universitario e mi tengo costantemente aggiornata su temi riguardanti la sostenibilità ambientale partecipando a convegni e seminari su temi affini. Sono inoltre iscritta ad un gruppo dʼacquisto solidale della mia zona e panifico quotidianamente con la mia pasta madre. Io sono nata e cresciuta in campagna e sto cercando, anche attraverso VeroBiologico, di tornare alla semplicità delle mie origini. Per il momento sono impegnata a fare divulgazione ed a diffondere pratiche di vita sostenibile perché penso che solo attraverso il dialogo e il confronto si possa insieme diventare i semi del cambiamento che germoglia. Il richiamo della campagna, di una vita allʼaria aperta e di sporcarsi le mani con la terra sono molto forti… vedremo dove ci porterà questo percorso!

Quanto nutrirsi biologico è importante per un adulto, e quanto per un bambino?

I prodotti bio sono privi di neurotossine, le tossine che sono dannose per il cervello e le cellule nervose soprattutto nei bambini. Scegliere il biologico significa alimentare i bambini senza esporli ai pesticidi e agli organismi geneticamente modificati, che hanno entrambi una breve storia di utilizzo e scarse informazioni sulla loro sicurezza. Inoltre la scelta di uova e carni bio diminuisce la tua esposizione agli antibiotici, agli ormoni sintetici e ai farmaci che dagli animali passano a allʼuomo. Quali sono gli alimenti da comprare assolutamente biologici? Uova, carne, sedano, fragole, pesche, mele, pomodori, patate, uva, peperoni, insalata e tutta la verdura a foglia verde (solo per citare i più importanti).

Si sa il biologico non fa rima con economico. Come si può conciliare la cucina biologica con il risparmio?

  • Pianificare un Menù Settimanale: se si vuole alimentare la vostra famiglia con un budget limitato, è necessario disporre di un piano preciso sulla base di ciò che è in vendita presso il vostro negozio di alimentari bio e ai prodotti stagionali al mercato del contadino locale.
  • Acquistare in anticipo e fare scorta: e vi capita di vedere una svendita di pomodori al mercato del contadino, fate scorta. Lʼacquisto di prodotti di uso abituale quando hanno un prezzo scontato è un altro modo sicuro per risparmiare.
  • Seminare un orto: disporre di un orto e preparare le pietanze soprattutto con lʼautoproduzione dal vostro orto significa sicuramente ridurre in modo significativo la vostra spesa. Lʼautoproduzione genera un notevole risparmio, in genere i prodotti dellʼorto costano solo pochi centesimi, lʼunico impegno è quello di dedicargli tempo ed energia nel gestirlo.
  • Servire carne come condimento: servite di tanto in tanto la carne (è comunque meglio limitarne il consumo a vantaggio dei legumi) come condimento sulla pizza o allʼinterno di piatti come il polpettone accompagnati da verdure e legumi. Queste pratiche virtuose saranno molto meno costose rispetto a servire la classica bistecca soprattutto se acquistate carne di qualità biologica.
  • Acquistare grandi quantità: lʼacquisto di cereali, farine, legumi, così come molti altri alimenti non deperibili permette di fare grandi scorte. Lo stoccaggio di grandi quantità farà risparmiare almeno il 20%, se non di più.
  •  Partecipare a un gruppo dʼacquisto: un GAS o un GAC Si tratta di una scelta conveniente in termini di qualità e di risparmio per la tua famiglia.
  • Acquistate solo frutta e verdura di stagione: basate la spesa su prodotti di stagione escludendo alimenti esotici e primizie.

Come si fa ad esser sicuri della genuinità dei prodotti biologici? 

Conoscere il produttore o il contadino che produce i prodotti, stabilire un rapporto di fiducia è sicuramente unʼarma vincente. In alternativa si può entrare a far parte di un gruppo dʼacquisto dove i fornitori sono selezionati proprio in base alla fiducia ed alle buone pratiche. Se invece si acquistano gli alimentari solo presso la grande distribuzione, consiglio di verificare che i prodotti abbiano lʼetichetta del biologico (la foglia verde europea) e che possibilmente provengano dallʼItalia.

Ci puoi dare qualche consiglio “ecologico” per risparmiare, al di là dell’alimentazione?

Sicuramente rispetto alla pulizia della casa, consiglio di piano piano ridurre drasticamente i prodotti chimici che comunemente si utilizzano. Io per fare le pulizie utilizzo unicamente bicarbonato di sodio e aceto di vino bianco. Per il bucato autoproduco il detersivo e utilizzo alternativamente una soluzione di acido citrico e aceto come ammorbidente.

{fastsocialshare}

Share:
Previous Post Next Post

You may also like