Come far dormire tuo figlio.

Home / Mamma/Bambino / La cura del bambino / Come far dormire tuo figlio.
Come far dormire tuo figlio.

Se stai cercando in rete qualcuno che ti spieghi veramente come far addormentare tuo figlio e farlo dormire tutta la notte, mi dispiace deluderti: servirebbe la bacchetta magica. La verità è che, come per tutte le cose, ogni individuo è diverso dagli altri, e va cercata la giusta soluzione, il giusto motivo per cui un bambino non dorme. A volte, ahimè, la soluzione è difficile da trovare.
Sicuramente ti faranno sentire in colpa: si passa da “non crei il giusto ambiente” al “non lo metti a letto al momento giusto”, oppure “tu sei nervosa e lui lo sente”, “bla bla bla”, e comunque la colpa sarà sempre dei genitori. A dirla tutta, la colpa al solito sarà della mamma.

Io ho due bambini: Elena non solo non si addormentava da sola la sera, ma aveva mille risvegli, comunque dormiva nelle 24h un numero ridicolo di tempo, faceva un solo pisolino di 20 minuti durante il pomeriggio, e la notte era un vero incubo. Ricordo una stanchezza che prima di avere un figlio non pensavo fosse possibile. Quando è nato Tommaso ero pronta: lo avrei ninnato con rassegnazione per ore, tenuto nel lettone senza fare una piega,ecc ecc. Tanto con Elena le avevo provate tutte e nulla aveva funzionato. Invece Tommaso voleva addormentarsi da solo nel suo lettino, alle 20.30. Ciao. Fine dei giochi, ci vediamo per la poppata delle 4. Buonanotte. E’ sempre stato così, è ancora così. Ho sonno,vado a letto, ci vediamo domattina. Dormire è bello. E io mi chiedevo stupita”davvero è figlio mio?”

Ve lo racconto proprio per farvi capire che io ho avuto lo stesso atteggiamento con entrambi i miei figli, e loro erano, e sono tuttora, completamente diversi l’uno dall’altra. Se il vostro bambino non dorme, non è detto che sia colpa vostra. Per darvi un po’ di conforto, posso dirvi che, come dice la mia amica Silvia Sognavo Carrie Bradshaw, prima o poi dormono. Il problema è che in genere è POI.

Comunque, mi sento di darvi qualche consiglio provato sulla mia pelle.

Qualche consiglio per far addormentare un bambino.

Un oggetto che dovreste assolutamente avere è un carillon che emetta piacevoli melodie e proietti luci . Oggi c’è BabyMati. E’un pupazzo bellissimo a forma di gatto. Proietta sul soffitto lune e stelline colorate, ha un timer di 15, 30 e 60 minuti, il volume regolabile, 15 melodie diverse e suoni, è lavabile a mano. Il meccanismo si toglie e il pupazzo può tornare tranquillamente lindo tutte le volte che lo riteniate opportuno. Il produttore ha pensato davvero a tutto, anche ad inserire un piccolo cacciavite per la piccola vite di sicurezza delle pile (3 ministilo), un ottimo manuale delle istruzioni e una coda con stretch per attaccare Baby Mati al lettino.

Ai tempi dei miei bimbi purtroppo non esisteva, i pupazzi che erano in commercio non erano così facilmente lavabili, ma con Baby Mati il problema è risolto.

Lo abbiamo ricevuto in regalo e ai miei, che oramai sono più grandicelli, è piaciuto moltissimo. Noi avevamo un carillon in plastica, non era così bello, e devo dire che mi ha aiutato moltissimo. Lo hanno usato fino a quando non è arrivato in casa Baby Mati.

Il secondo consiglio che mi sento di darvi, è quello di assecondare vostro figlio. E’ inutile fare muro contro muro, se il bambino non vuole dormire non è perchè è cattivo. Probabilmente lui vorrebbe, ma non riesce. Pensate a quanto sia frustrante anche per vostro figlio.

Se è già grandicello, verso l’anno, togliete qualcuno dei riposini, perchè magari di giorno gliene serve solo uno breve. Se la notte non dorme, se va a letto troppo tardi, forse semplicemente non è stanco, ha dormito troppo il giorno.

Fatelo rilassare: provate a fargli un bagnetto caldo la sera prima di metterlo a letto, abbassate le luci, create una routine fatta di favole e ninne nanna. Non abbiate fretta, magari ha bisogno di una routine molto lunga. Elena tuttora ha necessità di essere accompagnata nell’addormentamento, andare di fretta significa che si alzerà di nuovo altre 4-5 volte e io sarò snervata. Non è meglio allora assecondare subito?

Attenzione alla cena: cenate presto, verso le 19 massimo se il bambino è già svezzato, non giocate con lui dopo la cena. Siete sicuri che non soffra di reflusso? Siete sicuri che quello che mangia non lo disturbi in qualche modo? Se allattate, togliete il caffè e tutte le bibite contenenti caffeina. Io ho visto la differenza.

Che dire? Spero di esservi stata di aiuto. Sul mio profilo Instagram troverete il video relativo a Baby Mati. Vi aspetto!

Utlizzando il codice DIVENTAMAMMA puoi acquistare BabyMati con il 25% di sconto.