Follow:
Quaranta settimane

DICIANNOVESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA

Durante questa settimana, già pienamente appartenente al secondo trimestre, i cambiamenti evidenti riguarderanno soprattutto lo sviluppo interno del bambino mentre, per quanto riguarda la madre, sussisteranno i disagi in linea di massima avvertiti durante la scorsa settimana, disagi dovuti soprattutto al volume crescente dell’addome.

CAMBIAMENTI NEL CORPO DELLA DONNA

L’utero ingrossato insieme all’aumento di peso inizierà probabilmente a dare qualche problema alla postura e alle posizioni assunte sia nel quotidiano sia durante le ore dedicate al riposo.

Durante questa settimana potrebbero insorgere alcuni problemi legati alla carenza di vitamine specialmente per quanto riguarda la mancanza di ferro.

Questo problema può essere tenuto sotto controllo assumendo il complesso vitaminico che viene prescritto dal ginecologo e effettuando periodicamente le analisi per verificare i livelli di ferro; se le vitamine assunte dovessero risultare insufficienti, il ginecologo valuterà caso per caso il da farsi per aumentarne i livelli.

Il problema che affligge molte mamme è l’anemia; questo aspetto deve essere tenuto sotto controllo in quanto, in questo momento della gravidanza, il feto ha maggiormente bisogno dell’apporto di globuli rossi indispensabili per il trasporto dell’ossigeno e la conseguente crescita e sviluppo della totalità del feto stesso.

Un altro problema facilmente riscontrabile è la presenza di vertigini e capogiri causati dalla bassa pressione sanguigna; l’utero in espansione potrebbe infatti comprimere due importantissimi vasi sanguigni quali la vena ava e l’aorta e creare problemi alla regolare circolazione del sangue.

Molte donne, in questa fase, lamentano secchezza della pelle e conseguente prurito su tutto il corpo o in alcune aree specifiche; per diminuire questa sensazione è bene per la donna bere molta acqua ed assumere una dieta sana e varia.

SVILUPPO DEL FETO

Il feto dal vertice al sacro ha una lunghezza di circa 15 centimetri e pesa sui 200 grammi.

In questa settimana si nota uno sviluppo specifico e più approfondito dei vari organi interni.

Uno degli aspetti più spettacolari dello sviluppo si nota nella crescita del cervello; è uno dei primi organi ad apparire e le dimensioni, in principio sproporzionate della testa rispetto a tutte le altre parti del corpo, rappresentano l’importanza profonda del suo contenuto che si andrà via via perfezionando con il procedere delle settimane.

Nelle ultime settimane sono cresciuti i neuroni motori che collegano i muscoli al cervello rendendo possibili i movimenti volontari.

Le orecchi sono ormai posizionate ai lati della testa, nella loro posizione definitiva.

Le gemme dei denti compaiono dietro quelle dei denti da latte.

Gli arti hanno raggiunto ormai le loro giuste proporzioni: un piede è lungo 2,5 centimetri ed il rapporto di questa lunghezza con quello della gamba d’ora in avanti non cambierà più.

I reni iniziano la produzione di urina ed iniziano a comparire i primi capelli.

Durante questa settimana il feto dorme circa venti ore al giorno in quanto il sonno è importante per il corretto sviluppo del corpo; spesso gli stati di veglia e sonno non coincidono con quelli della madre in quanto solitamente si troverà ad essere sveglio proprio nei momenti in cui la madre cercherà di riposarsi o addormentarsi.

ACCORGIMENTI E STILE DI VITA DA MANTENERE

Il metabolismo della madre ora è molto più voce ed accelerato.

E’ bene ingerire la giusta quantità di alimenti nutritivi per non andare incontro a stati di eccessiva debolezza che possono nuocere tanto alla madre quanto al bambino.

Conseguentemente all’aumento del metabolismo aumenta anche la sensazione di calore; per ovviare questo problema evitare di appesantire troppo l’abbigliamento che farebbe aumentare a dismisura la sudorazione che ha già subito un’impennata nelle ultime settimane.

Evitare di esporsi alla luce solare più del necessario e bere sempre una quantità sufficiente di acqua.

Possono persistere ancora sensazioni di stanchezza, affaticamento, fiato corto, necessità di riposarsi più frequentemente, battito del cuore accelerato, vertigini e a svolte anche svenimenti; tenere sempre sotto controllo i livelli di ferro perché la sua carenza insieme all’anemia potrebbe essere la principale causa di questi malesseri.

Per quanto riguarda gli accorgimenti da prendere in questa settimana , sono gli stessi che occorre mettere in atto per tutta la gravidanza: alimentazione sana (evitare cibi pesanti e soprattutto poco cotti o scongelati non in maniera corretta), riposare quando il corpo lo richiede e fare una leggera attività fisica (ad esempio possono essere molto salutari le passeggiate all’aria aperta).

Evitare nella maniera più assoluta le abitudini poco salutari sia per la madre e per il bambino (fumo, alcool e utilizzo di medicinali in genere non strettamente necessari e senza aver ascoltato obbligatoriamente il consiglio del ginecologo).

Leggi anche:

Diciottesima settimana di gravidanza

Ventesima settimana di gravidanza

Share:
Previous Post Next Post

You may also like