Genitori e nonni, un equilibrio delicato.

Home / Mamma/Bambino / Psicologo / Genitori e nonni, un equilibrio delicato.
Genitori e nonni, un equilibrio delicato.

Cari genitori, ben ritrovati.

Oggi tocchiamo un argomento che in questo periodo potrebbe sembrarvi poco opportuno, tuttavia, il mio è solo un invito alla riflessione. Come ho scritto altre volte, i nonni, in questo paese, sono una risorsa fondamentale e molto probabilmente senza il loro aiuto ci sarebbero meno bambini per famiglia.

Fateci caso, fin quando si andava al mare, non era difficile trovare in estate spiagge piene di nipoti mentre i genitori lavoravano in città.  Allo stesso modo in cui fuori di scuola arrivavano e ancora arrivano nelle città in cui non c’è la didattica a distanza, molto prima che la campanella suoni, pronti ad accompagnarli a casa o alle lezioni pomeridiane di sport e hobbies vari.

C’è da dire, tra l’altro, che molti nonni non hanno niente da invidiare ad alcuni genitori, non offendetevi ma in alcuni casi davvero sarebbe meglio che alcuni adulti aspettassero ad avere figli. Tuttavia in questa situazione di giovani ancora troppi figli per essere genitori, accade che molti nonni scavalcano i ranghi e assumono essi stessi il ruolo di genitori con ingerenze nella vita dei nipoti che destabilizzano non solo questi ultimi ma anche i loro stessi figli. 

Certamente i nonni per molte famiglie sono indispensabili, ciò non toglie che l’aiuto debba essere barattato con l’ingerenza sull’educazione dei nipoti, per cui l’aspetto più squisitamente educativo spetta sempre ai genitori.

Nella mia attività clinica, purtroppo, ho visto, da parte dei nonni, tantissimi comportamenti manipolativi, volti a destabilizzare la gerarchia educativa, attraverso atteggiamenti subdoli e velatamente colpevolizzanti, pur di demarcare la propria autorità. Alcuni pazienti vedono totalmente usurpato il loro ruolo genitoriale, anche se per onestà intellettuale molto spesso ciò accade perché sono gli stessi figli, che ancor troppo immaturi per essere genitori, permettono queste ingerenze.

Ecco, perché, molto del lavoro svolto in studio è volto proprio all’affrancamento da parte dei figli ( diventati genitori) dai loro stessi genitori, ehehehe scusate il gioco di parole.  Per questo i figli(diventati genitori) devono assumersi il peso delle proprie scelte, dei propri rischi e delle proprie convinzioni, senza lasciarsi fagocitare dal senso di colpa.

Ecco, perché, i nonni devono rimanere un nido sicuri per i figli e i nipoti, ma per tutto il resto DEVONO ESSERCI mamma e papà.

Alla prossima!

Leave a Reply

Your email address will not be published.