Follow:
Salute e Benessere

Attività fisica in gravidanza

 

 

Tante donne decidono di iniziare a fare attività fisica durante la gravidanza. Forse perchè hanno più tempo, ma forse anche perchè la gravidanza è uno stato di profonda crescita della futura mamma, che decide di iniziare a prendersi cura di sè in modo più sistematico, nel fisico e nell’anima. Altre invece devono abbandonare l’attività sportiva a cui erano abituate perchè troppo intensa. 

 

 

Quale è l’attività consigliata durante i nove mesi?

In genere è consigliato aspettare la fine del primo trimestre, il più delicato dei tre. Molte mamme scelgono il nuoto libero, o l’attività di AcquaGym, perchè l’acqua sostiene il peso e sgonfia dalla ritenzione idrica. Ma va benissimo anche una attività di stretching.

Lo Yoga è paragonabile allo stretching, ma insegna anche l’ascolto del proprio corpo, la meditazione, e la respirazione.  

Saper percepire in modo semplice i segnali del corpo permette di partecipare in modo attivo al parto, agevolando la nascita del bebè.

 

Secondo il Financial Times sono circa 100 milioni i praticanti di YOGA, la disciplina più in voga nelle città di tutto il mondo. Solo in Italia sono circa un milione e mezzo i praticanti e 830 le scuole riconosciute. Negli Usa il giro di affari è arrivato a una crescita del 7.5% negli ultimi 5 anni (IBISWorld) e tra Nord America e Unione Europea sfiora circa i cinque milioni di dollari annuali (Unive.it).

 

 

Questa disciplina indiana, sempre più ricercata e affermata in tutte le sue molteplici forme, oggi non è più solo per pochi adepti, ma raccoglie moltissimi fan. I metodi diffusi del resto, sono davvero molteplici. Oggi abbiamo anche il Doga, lo yoga fatto insieme al proprio Pet mentre a NY va di moda lo Slim Calm Sexy Yoga, utilizzato per perdere peso e sentirsi seducenti, ma la vera ultima novità è lo WoGa (Water Yoga), lo yoga fatto in acqua con assenza di peso.

 

Lo yoga del resto è molto più che uno sport, è una vera e propria filosofia di vita, un percorso per conoscersi a fondo e ritrovare l’armonia fra le diverse sfere: fisica, mentale e spirituale.

 Ecco perché un’attenzione particolare viene riservata allo Yoga Pregnancy praticato durante la gravidanza. L’85% di coloro che praticano yoga sono donne, di queste il 15% si stima siano anche mamme. 

Da Jennifer Aniston a Giselle Bundchen, da Kim Kardashian a Mila Kunis, tante le future genitrici che hanno fatto di questa disciplina un momento di meditazione e serenità pre-parto e che hanno mantenuto questo stile anche dopo il lieto evento.

Uno stato di ‘grazia’ con lo Yoga, che coinvolge anche l’aspetto fisico e salutare: la circolazione è agevolata, ne beneficia il sistema immunitario, i capelli crescono più forti, ma soprattutto migliora l’integrazione mente e corpo, inoltre aiuta a superare i blocchi della sfera emotiva. Questi sono solo alcuni dei motivi che portano tante future mamme a scegliere questa disciplina e a mantenerla nel tempo.  

 

Partiamo, dunque, per questo viaggio identificando i Chakra e dando qualche consiglio pratico.

 

7/13 sono i Chakra, i punti del corpo nei quali, secondo la tradizione induista risiede l’energia. Lo yoga tradizionale si basa proprio sulla stimolazione dei chakra per moltiplicare le possibilità di corpo e spirito.

 

Poche regole bastano per raggiungere l’armonia in questa fase di attesa, dove maggiore è la necessità di concedersi degli attimi sia per la mamma che per il futuro nascituro.

 

Come spiega Gioia Boccadoro, insegnante di Yoga: La gravidanza è un periodo unico e speciale nella vita di una futura mamma. Creare una nuova vita, portarla in grembo per nove mesi e dedicarsi completamente, porta a dei grandi cambiamenti a livello fisico e mentale. Fin dai primi mesi di gestazione, il bambino assorbirà le conseguenze biologiche e psicologiche della mamma, è essenziale quindi cercare di allontanare ansia e stress in modo da avere una gravidanza serena”.

 

Ecco allora che lo yoga ci viene in aiuto e ci accompagna nel percorso di gestazione insieme al nostro bambino: Asana (posizioni), Pranayama (tecniche di respirazione) e meditazione renderanno la futura mamma presto più consapevole, più calma e rilassata. Le tecniche sviluppate da millenni aiuteranno mamma e bambino a prepararsi per accogliere al meglio la nuova vita in arrivo.

 

Leggi anche:

 Gravidanza Benessere e Yoga: https://www.diventaremamme.it/per-la-mamma/letture/752-gravidanza-benessere-yoga-di-t-lee-e-m-attwood.html

Le regole per lo yoga in gravidanza: https://www.diventaremamme.it/per-la-mamma/salute-e-benessere/751-le-5-regole-per-la-pratica-dello-yoga-in-gravidanza.html

 

 

 

Share:
Previous Post Next Post

You may also like