Sono stanca. Cosa posso mangiare?

Categoria: Nutrizionista Creato: Mercoledì, 07 Febbraio 2018 Scritto da Monia Zambernardi Stampa Email

 L’impressione di essere sempre deboli, un generale calo di energie, la sensazione di sentirsi particolarmente stanchi sono tutte sensazioni che conosciamo bene. Capita infatti ciclicamente di sentirsi un po’ “giù” fisicamente, i motivi possono essere i più vari, ma non dobbiamo disperare poiché esistono alcuni“cibi energetici”che possiamo inserire nella nostra dieta e che aiuteranno il nostro organismo a ritrovare le energie apparentemente perdute.

  stanchezza e rimedi

Sappiamo bene che l’alimentazione è il modo attraverso il quale forniamo energia all’organismo. La nostra dieta, quindi, dovrebbe essere sempre orientata a dotare corpo e mente di tutto ciò che hanno bisogno per poter funzionare correttamente.

L’equilibrio tra i nutrienti è, dunque, fondamentale ma ci sono alcuni cibi che, più di altri, sono capaci di fornire al nostro organismo la carica per contrastare stanchezza, debolezza e stress, e sono proprio questi ad essere definiti“cibi energetici” in quanto migliorano la nostra efficienza, rendendoci più attivi.

 

Cacao amaro

Il cacao fa parte dei cibi energizzanti. Il cioccolato fondente contiene una sostanza, la teobromina, che migliora la nostra resistenza alla fatica e ci rinvigorisce. Inoltre il cacao stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità, e riduce lo stress quotidiano, senza dimenticare la piacevole sensazione di appagamento psicologico che deriva da un quadretto di una buona tavoletta di cioccolato.

 

Miele

Il miele è un alimento dall’alto potere nutrizionale, adatto a chi pratica sport, ma anche per chi soffre di ipoglicemia: è costituito da zuccheri, in prevalenza fruttosio, e viene spesso impiegato come alternativa per dolcificare bevande e dessert. Consumarne anche una piccola quantità mette subito a disposizione dell’organismo dell’energia immediatamente spendibile e per questo rappresenta uno dei cibi energetici più impiegati.

 

Frutta secca

Mandorle, noci, nocciole, arachidi, pinoli, pistacchi. Tutta la frutta secca, infatti, è un preziosissimo cibo energizzante che ci aiuta a contrastare stanchezza e spossatezza. Trattandosi di alimenti calorici, è però importante fare attenzione alle quantità: meglio evitare di superare i 30-40 grammi al giorno per non vanificare gli sforzi della dieta. Ideale come spuntino tra i pasti principali.

 

Caffè e tè

 

Bevande ricche di caffeina e teina, stimolanti del sistema nervoso, aiutano a fornire una carica nei momenti di stanchezza e sonnolenza. Attenzione però a non abusarne in quanto aumentano la pressione e hanno un'azione irritante sull'apparato gastro-intestinale.

 

Ginseng

Stimolante ed energizzante per eccellenza, il ginseng ha molteplici proprietà: infatti, è un utile rimedio contro la pressione bassa, ma anche una preziosa alternativa al caffè. Si tratta di una radice di origine cinese con proprietà rinvigorenti, energizzanti e digestive.

 

Alga spirulina

La spirulina è una particolare alga considerata da molti come un “superfood” in virtù delle molte qualità benefiche che le vengono attribuite, tra le quali non ci sfugge la capacità di sostenere l’organismo in momenti di stress o stanchezza.

 

Grano

Il grano  è capace di fornire all’organismo fibre e glucosio a lento rilascio, è un prezioso cibo energizzante. Tuttavia , non è necessario consumare (solo) i classici pane, pasta e affini ma possiamo inserire nella dieta anche il germe di grano. Si tratta dell’embrione del frumento che contiene in sé già tutte le sostanze che ritroviamo nella pianta una volta cresciuta: aminoacidi ad alto valore biologico, sali minerali, vitamine del gruppo B, E, D e acido folico. Viene solitamente abbinato al latte o alle bevande vegetali, oppure in minestre, zuppe e insalate.

 

Banane

I sali minerali, e in particolare potassio e magnesio, contenuto nelle banane, possono aiutare a contrastare la stanchezza sia di natura fisica che mentale.

 

Erba mate

Tipica dell'argentina dove, il termine mate, è riferito al contenitore solitamente di legno dove si lascia in infusione l’erba. Questa erba dalle proprietà energiz zanti si trova però agevolmente anche in Italia, soprattutto nella composizione di tisane ed infusi. Perfetta per il dopo pasto per via delle proprietà digestive, l’erba mate è consigliata per recuperare le energie consumate durante la giornata.

 

Uova

Durante i periodi di stress o durante i cambi di stagione, l'uovo sbattuto preso alla mattina è uno dei classici “rimedi della nonna” contro la stanchezza. Dal punto di vista nutrizionale, il segreto è nella ricca quantità di vitamina B presente nelle uova che aiutano a trasformare il cibo in energia molto velocemente.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche

Monia Zambernardi

La Dott.ssa Monia Zambernardi, Biologa Nutrizionista rivolge l'attività di consulenza a :

              Persone in buona salute che vogliono dimagrire o ingrassare o che vogliono migliorare le performance sportive;

        donne che vogliono affrontare con serenità e in buona salute le diverse fasi fisiologiche della propria vita (gravidanza, allattamento,menopausa);

        soggetti affetti da patologie diagnosticate (diabete, dislipidemie, ipertensione, neoplasie, anemie, gastriti, diverticolosi, colon irritato, meteorismo, steatosi epatica, insufficienza renale), intolleranze (celiachia, intolleranza al lattosio) e allergie;

        coppie che necessitano di potenziare la propria fertilità, dove si verifichino problemi legati al concepimento;

        soggetti che desiderano diventare vegetariani o vegani.

 La Dott.ssa Monia Zambernardi riceve per appuntamento presso le seguenti sedi:

Roma

Via Simone Martini 136 (EUR)  Cell 346.7413869

 Via Schiavonetti 290B (Tor Vergata)  Tel. 06.7232045

Viterbo

Via C. Monteverdi (Loc. Grotticella)  Tel. 0761.227203

Terni

 Zina Fiori 1  Tel. 0744.421523