Follow:
Secondi piatti

Mille modi di cucinare la polenta

spezzatino di tacchino funghi e polenta

Ho sempre amato la polenta.

Per me, era il pranzo domenicale, sulla tavola di legno grande. Per noi bambini era una festa vedere nostra madre rovesciare e stendere la polenta, spargere il sugo, condire con il parmigiano. Giocavamo a fare percorsi per arrivare per primi alla carne e alle salsicce. Chi arrivava prima vinceva l’agognato premio.

spezzatino di tacchino funghi e polenta 

Da bambina ho sempre mangiato la polenta in questo modo, sulla tavola condita con il sugo di carne con salsicce e spuntature.

Crescendo e andando a vivere da sola mi sembrava uno spreco mangiarla solo ogni tanto nei giorni di festa. Ho cercato e sperimentato mille ricette, diverse cotture.

La polenta è  un alimento sano e leggero, contrariamente da quello che si pensa, contiene solo 1,2 % di grassi su 100 g.

Può essere proposta in mille modi:

  • come antipasto, semplicemente tagliata a rettangoli, scaldata in padella e spolverata con parmigiano, oppure con filo burro, con lo speck o la pancetta, con un trito di funghi, o con una fettina di fontina;

  • tagliata a cubetti dentro le vellutate;

  • stesa su una teglia e riscardarla  al forno, dopo averla condita con pomodoro e mozzarella;
  • condita con dadini di fontina e funghi;
  • come “crostino” per accompagnare verdure grigliate;
  • a posto del pane per accompagnare piatti di carne di ogni genere.

Oggi vi voglio lasciare una mia personale ricetta, è un piatto unico che offro anche agli ospiti  ed è sempre molto apprezzata:

polenta con spezzatino di tacchino, funghi e carote

Ecco gli ingredienti:

  • Bocconcini di anca di tacchino 150/180 g a persona, quindi per 4 persone circa 650
  • g 900 grammi di funghi misti congelati
  • 6 carote medie
  • 2 foglie di alloro
  • 1 noce di burro
  • mezzo bicchiere di latte
  • 2 cucchiai di panna

Come si prepara:

In un tegame versate un po’ di olio, pulite le carote e tagliatele a rotelle alte 1 cm. Nell’olio caldo versate le carote e la carne, e lasciate cuocere per 3-4 minuti mescolando di tanto in tanto. Versate i funghi ancora congelati, salate, mettete le foglie di alloro, coprite con un coperchio e lasciate cuocere  a fuoco allegro. Di tanto in tanto mescolate la carne, e aspettate che l’acqua dei funghi si consumi. Quando si sarà ritirata, aggiungete una noce di burro, mezzo bicchiere di latte, e dopo 1 paio di minuti di cottura aggiungete 2 cucchiai di panna.Se ci sono bambini, abbondate con le carote, perchè così avrete un contorno gustoso anche per loro.

La carne va servita accompagnata da fette di polenta e insalatina verde o fagiolini.

Quando ero giovane e vivevo sola, non avevo sempre voglia di cuocere la polenta per tanto tempo, e ho scoperto la polenta Valsugana.

La polenta Valsugana si prepara in pochi minuti: per ogni confezione, serve un litro e mezzo d’acqua salata. Appena arrivata a bollizione, si versa la farina e bastano 8 minuti di cottura. Vi segnalo che l’azienda ha lanciato anche  la 100% Integrale (ricca di fibre) e la 5 Cereali, e che sul sito trovate molte ricette interessanti e originali.

Buon appetito!    

 

#polentavalsugana 

 

{fastsocialshare}

 

 

 

 

 

 

 

 

Share:
Previous Post Next Post

You may also like